Come si decanta il vino? Il decanter, il ballon e il centellino

Da Redazione - Categoria : Degustazione

La decantazione del vino si rende necessaria quando si pensa che lo stesso abbia dei sedimenti che vanno separati prima della degustazione. L'operazione deve esser condotta in maniera precisa al fine di poter godere appieno delle caratteristiche organolettiche del vino. In genere, essa riguarda i vini invecchiati che sono rimasti a lungo in bottiglia e la presenza di sedimenti è fisiologica. Se vuoi degustare la tua preziosa bottiglia di vino invecchiato, conservata con amore in cantina, potrai usufruire di strumenti realizzati allo scopo presenti nella nostra vetrina virtuale.

Il decanter vino, il balloon e il centellino sono stati studiati per facilitate non solo l'operazione dei decantazione ma anche per lasciare ossigenare in modo corretto il nettare degli dei. Design, materiali di elevato standard qualitativo e praticità di utilizzo sono le caratteristiche dei nostri prodotti professionali.

 

Come si decanta il vino? Il decanter, il ballon e il centellino

Vini invecchiati: tutti i perché della decantazione


La decantazione, quindi, permette di separare le particelle e i sedimenti presenti nel vino prima di avviarne la degustazione. Questa operazione va condotta con attenzione e con strumenti adatti al fine di preservare le caratteristiche organolettiche del vino.

I depositi su un vino invecchiato sono sinonimo di buona longevità e capacità di invecchiamento. Significa, inoltre, che la vinificazione e il successivo affinamento in bottiglia sono stati condotti bene. Quindi, sarebbe un peccato non scoprire i suoi segreti ben custoditi per così tanto tempo. I vini più conosciuti che si prestano ad invecchiamento sono Brunello, Barolo, Barbaresco, Amarone, Sagrantino e molti altri.

Ritornando al discorso dei sedimenti e della necessità di lasciarli decantare correttamente bisogna precisare che è necessario far respirare il vino dandogli la possibilità di esprimere man mano i suoi sentori e profumi. L'aria è il miglior veicolo per i profumi che possono librarsi per raggiungere le narici del degustatore.
I depositi non sono altro che residui di lavorazione che cristallizzando si depositano sul fondo. Il primo passaggio per aprire correttamente una bottiglia di vino invecchiato è di prenderla dalla cantina facendo attenzione a non smuovere troppo il contenuto. Quindi, lasciarla in posizione verticale per almeno 24 ore in modo che i residui si depositino sul fondo.

Gli strumenti necessari per la decantazione oltre al decanter vino, il centellino e il balloon sono una candela ed anche un eventuale cestello porta bottiglia. Quindi, si può precedere con la decantazione:

- Aprire la bottiglia avendo cura nell'utilizzo del cavatappi. Il sughero, infatti, potrebbe essere indebolito presentandosi friabile con il rischio di lasciar cadere dei pezzi di sughero nel vino;

- Accendere la candela;

- Prendere il decanter con la mano sinistra in posizione inclinata;

- Impugnare la bottiglia dal fondo e cominciare a versare il liquido nel decanter vino, posizionando il collo della bottiglia sopra la candela in modo da vedere quando si cominciano a intravedersi i residui. La trasparenza del collo della bottiglia è essenziale perché mette bene in evidenza le impurità.

- Il vino a questo punto è nel decanter, pronto a respirare ed a rivelare tutti i suoi segreti.

 

Balloon: decantazione in bicchiere


Il Balloon è il bicchiere più adatto alla degustazione dei vini invecchiati. Il suo design è frutto di uno studio condotto per trovare la forma ideale di un bicchiere che convogli meglio i profumi al naso del degustatore. Esso è panciuto e va a restringersi al bordo. La pancia ha lo scopo di lasciar respirare il vino facendo concentrare i sentori che progressivamente saliranno verso l'alto.

Quindi, nessun bicchiere vino è realizzato a caso, ognuno di essi assolve ad una funzione ben precisa correlata alla vinificazione e al successivo affinamento ed eventuale invecchiamento.


I nostri balloon sono realizzati in cristallino per garantire una buona trasparenza e resistenza a tutte le operazioni di decantazione. Il lungo stelo di cui dispone è necessario al fine di tenere il bicchiere in posizione corretta lontano dalla mano il cui calore potrebbe influenzare i sentori e la temperatura del vino.
I balloon sono bicchieri da vino che si possono utilizzare anche in caso di apertura di bottiglie di vino con medio invecchiamento. In questo caso, il vino può essere versato con cautela direttamente nel bicchiere che contribuirà a dare la giusta ossigenazione al vino.

 

Centellino: la dose perfetta


Il centellino è un piccolo strumento da degustazione che racchiude in sé tante caratteristiche utili per una perfetta degustazione di vino. Il design rappresenta una vera innovazione enologica che facilita le operazioni di decantazione e dosaggio. Vediamo perché:

- Come saprai, la quantità di vino da versare in calice deve corrispondere ad 1/3 della sua ampiezza ovvero 100-125 ml;

- Il centellino velocizza l'ossigenazione;

- Non provoca traumi al vino che può scendere lungo le sue pareti lasciando librare i suoi profumi;

- Il materiale di cui è costituito il centellino favorisce l'operazione poiché è facile da lavare, pulire ed è dotato di grande trasparenza.

Fiere del vino dedicate a professionisti e wine lovers


Le fiere del vino offrono la possibilità di degustare i vini ma anche di toccare con mano le ultime novità in campo enologico. Decanter vino, balloon e centellino sono gli strumenti più usati durante le degustazioni a Vinitaly, Vitigno italia, Prowine, Milano Wine Fest e in tutte le altre manifestazioni di settore.

Cosa ne pensi? Hai mai usato il decanter, il balloon o il centellino?

Condividi

Aggiungi un commento